SINTESI DEL FORUM REGIONALE DELLE FAMIGLIE DELLA TOSCANA “NUOVI ITINERARI”

Sesto Fiorentino (Firenze), 28 ottobre 2018

Il 28 ottobre 2018 si è svolto a Sesto Fiorentino il Primo Forum Regionale delle famiglie dei Club Alcologici Territoriali della Toscana. Hanno partecipato 54 persone provenienti da 11 ACAT della regione.

La giornata si è aperta con la lettura delle conclusioni del Congresso di Matera, con particolare attenzione alle suggestioni emerse dai 4 laboratori: il Club oltre l’alcol; l’Educazione Ecologica Continua; Diritti, legalità e giustizia sociale; Associazioni e reti di ecologia sociale.

Molto si è discusso su cosa significa per noi andare oltre l’alcol senza smarrire la nostra identità ed esperienza.

Da tempo, attraverso le famiglie che entrano a far parte dei Club, ci siamo resi conto che la realtà è cambiata e i bisogni sono sempre più complessi.

Nei nostri Club esistono già esperienze di accoglienza di difficoltà umane diverse da quelle alcolcorrelate ma adesso ci siamo chiesti se siamo pronti ad aprirci più intenzionalmente alla complessità della vita e cosa questo significhi.

La discussione è stata molto partecipata. Sono emerse tante riflessioni, alcune più favorevoli ad una maggiore apertura nella direzione dell’ecologia sociale, altre che hanno evidenziato i rischi di perdere l’identità e la nostra caratterizzazione.

È necessario ricordare sempre la nostra cornice di riferimento che è l’approccio ecologico sociale antropospirituale e che i Club costituiscono una proposta culturale a favore del miglioramento della persona, della famiglia, della comunità e del bene comune.

Queste riflessioni sulla nostra identità e finalità si rendono ancor più necessarie alla luce della Riforma del Terzo Settore e delle scelte che siamo chiamati a fare entro il 3 agosto 2019.

Abbiamo discusso sulla possibilità di aderire o meno al Terzo Settore. Abbiamo valutato i rischi e le prospettive riconoscendo l’importanza di essere un interlocutore valido nella rete sociale e di volontariato.

Ci preoccupa che, nell’adeguamento alla Riforma, prevalga l’aspetto strutturale che rischia di non mantenere il valore funzionale del Club.

Un altro aspetto critico, nella scelta tra Organizzazione di Volontariato (OdV) e Associazione di Promozione Sociale (APS), è la questione economica ed amministrativa che caratterizza la seconda opzione.

Ci impegniamo a riportare nei nostri Club e nelle nostre ACAT le riflessioni condivise oggi a partire da questa breve sintesi e da organizzare degli incontri sul territorio per ulteriori approfondimenti.

Si propone di continuare questa discussione nel Congresso Regionale del 25 novembre pv e di organizzare a metà marzo un altro Forum prima dell’assemblea straordinaria AICAT di Assisi.

Si allegano le conclusioni del Congresso AICAT di Matera e una presentazione power point che le riporta in parte.